Aisin Gioro Pu Ren

Oggi è il secondo anniversario della morte di Aisin Gioro Pu Ren, che, per chi non lo sapesse, era il quarto fratello dell’imperatore-bambino Pu Yi, l’ultimo imperatore che la Cina abbia avuto.

Pu Ren si è spento all’età di 97 anni alle tre del mattino del 10 Aprile 2015.

La vita di Aisin Gioro Pu Ren, ultimo fratello dell’ultimo imperatore della Cina

Nella foto, il celeberrimo ingresso della Città Proibita, il palazzo imperiale a Pechino.

Nella foto, il celeberrimo ingresso della Città Proibita, il palazzo imperiale a Pechino.

Aisin Gioro Pu Ren nacque, secondo il Daily Sunshine, che riporta notizie diffuse dall’agenzia Xinhua, il 17 Agosto del 1918, nella magione paterna, nel Shichahai, sul lago Houhai, a Pechino, 7 anni dopo lo scoppio delle rivolte che portarono alla deposizione di Pu Yi , suo fratellastro ed ultimo imperatore della Cina e che diedero l’avvio alla prima fase repubblicana nel paese.

Pu Yi, fratello maggiore di Pu Ren da parte di padre, è stato, come molti sanno, l’ultimo imperatore della dinastia Qing, originaria della Manciuria, e la sua deposizione ha rappresentato la fine di una monarchia feudale che durava da millenni.

Pu Ren, durante gli anni della sua infanzia, è stato l’ultimo testimone di quel passaggio epocale, che ha coinvolto da vicinissimo la sua famiglia.

Dopo la caduta della monarchia in Cina, e l’avvento del Comunismo, Pu Ren decise di cambiare il suo nome, trasformandolo in 金友之 (Pinyin: Jīn Youzhī).

Nel 1947, il ventinovenne Pu Ren, con il supporto del padre, decise di fondare una scuola elementare pubblica nel tempio del palazzo della sua famiglia diventandone preside. Nel 1957, Pu Ren, donò la scuola elementare da lui istituita, insieme a tutto quanto il palazzo paterno, che a seguito dei fatti della rivoluzione era entrato in suo possesso, allo Stato, e successivamente, continuò a dedicarsi all’istruzione.

Nel 1968, sempre secondo quanto riportato dal Daily Sunshine, raggiunse la pensione, non prima di aver prestato servizio presso il settimo, ottavo e nono comitato del Partito Comunista di Pechino e presso l’Istituto per la Ricerca sulla Cultura e la Storia di Pechino. Dopo l’avvento del comunismo in Cina, Pu Ren scelse infatti di diventare un membro attivo del Partito Comunista.

Ultima curiosità: Aisin Gioro Pu Ren, pur essendo fratello dell’Imperatore, non si propose mai come erede al trono del Celeste Impero. Innanzitutto perché Pu Ren ha vissuto in prima persona quelli che possono forse essere considerati i più turbolenti anni della storia della Cina, ed esporsi in tale maniera avrebbe fatto di lui e della sua famiglia un facilissimo bersaglio della nuova classe dirigente comunista, ma anche perché, secondo le regole imperiali cinesi, un Imperatore senza figli deve scegliere l’erede dalla generazione seguente della famiglia e non dalla sua stessa generazione.

Difatti l’ultimo imperatore Pu Yi, in ossequio a questa regola, scelse come erede il cugino Yu Yan.

Di conseguenza, Pu Ren, ultimo fratello dell’ultimo imperatore della Cina, avrebbe potuto teoricamente aspirare al Trono della Manciuria, se esistesse ancora come Stato e se non fosse stato annesso oggi dalla Cina, ma non a quello della Cina stessa (che spetta, per l’appunto, al cugino Yu Yan).

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi!

I commenti sono chiusi.